Al Global Executive Mba il project management e' sullo schermo
DIDATTICA |

Al Global Executive Mba il project management e' sullo schermo

IL PROGRAMMA PREVEDE 150 SESSIONI IN DISTANCE LEARNING, MA IL CORSO DI MARCO SAMPIETRO E' L'UNICO INTERAMENTE STRUTTURATO SECONDO QUESTA MODALITA'

Project Management è il primo corso del Global Executive MBA basato interamente sulla modalità di distance learning. “Abbiamo una delle migliori tecnologie al mondo”, afferma Marco Sampietro. Seduto a una scrivania in un’aula di SDA Bocconi con alle spalle un telo verde per il chroma key, Sampietro analizza l’ottimizzazione di un progetto manageriale per un pubblico di partecipanti sparsi in tutta Europa. Il team del Learning Lab gli fornisce in collaborazione con Lamerweb un setting virtuale, una piccola magia digitale che trasforma l’aula in uno studio non dissimile da quello dei grandi network americani.
 
“Il virtual setting” dice Sampietro, che ha un’esperienza decennale nel campo della formazione a distanza, “ha un ovvio vantaggio estetico: offre la sensazione di assistere a un corso curato, ed è un fatto importante quando il distance learning non è un incidente, ma un ingrediente fondamentale del corso. Ma soprattutto prevede la presenza di una regia che contribuisce a rendere naturale la conversazione, con un guadagno in termini di efficacia e dinamicità”.
 
Il docente può lanciare instant poll, rispondere in tempo reale alle domande inviate dai partecipanti, usare la funzione mirroring dell’iPad per scrivere in diretta, commentare slide, illustrare grafici, navigare in internet, evidenziare argomenti, postare video. “Queste funzioni vanno però usate tenendo a mente il contesto multitasking in cui le lezioni di un MBA sono seguite”, avverte Sampietro. A volte un troppo alto livello d’interazione su particolari che servono solo per abbellire la lezione può essere controproducente se il corso è seguito da chi, nel frattempo, risponde alle mail su un secondo schermo o svolge altri piccoli compiti.
 
Le 20 nazionalità diverse dei partecipanti alle ultime edizioni e le 150 sessioni di distance learning previste nell’arco di venti mesi fanno del GEMBA il luogo ideale per sfruttare i benefici del virtual setting. Le settimane di full immersion presso Bocconi e le università partner, dalla UCLA Anderson School of Management di Los Angeles alla Copenhagen Business School, sono collegate da “ponti” di formazione a distanza. “Un tempo si pensava che il valore aggiunto di un MBA fosse la presenza in aula. Non è più solo quella. L’evoluzione del mercato e delle abitudini lavorative hanno reso centrale l’esperienza del distance learning, e in futuro lo sarà sempre di più”.

di Claudio Todesco

Ultimi articoli Didattica

Vai all'archivio
  • Rigenerazione urbana protagonista di un Mooc diretto da Edoardo Croci

    Sara' una delle sfide piu' importanti dei prossimi anni, sia nei paesi sviluppati sia in quelli in via di sviluppo. Nel nuovo corso un'approfondita analisi dalle piu' diverse prospettive

  • Il carcere e' duro, per le donne di piu'

    Rappresentando una minoranza della popolazione carceraria, le risorse messe in campo per loro sono esigue. Aumentando il senso di distacco e abbandono. Ma c'e' chi le aiuta a guardare al futuro, come i docenti e gli studenti coinvolti nel progetto cliniche legali della Bocconi

  • Il Best Oralist e' un bocconiano

    Francesco Mauri premiato a Cordoba nella Moot in Comparative Public Law

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28