Il questionario di Ferdinando Bocconi
ALUMNI |

Il questionario di Ferdinando Bocconi

INTERVISTA A CRISTINA SCOCCHIA

Se non fossi Cristina Scocchia, chi o cosa vorresti essere?
Vorrei essere un medico... La ricerca scientifica, l’innovazione, la dimensione umana del rapporto medico - paziente credo diano soddisfazioni impensabili in altri lavori.
Musica, libri e film: quali associ alla tua esperienza bocconiana?
Ci sono tantissimi film e canzoni che mi ricordano quegli anni... e mi piace pensare come tutte queste cose le ho condivise con gli amici di una vita che ho conosciuto proprio in università.
Ricordo i successi del britpop con i Blur, gli Oasis e i Cranberries che in quegli anni esplodevano sulla scena musicale internazionale. Mentre per i film erano gli anni di film cult come Forrest Gump e Philadelphia.
Di tutte le persone conosciute tramite la Bocconi chi porteresti in viaggio con te e dove?
Il viaggio più bello della mia vita l’ho fatto in Sud Africa e in Namibia con un gruppo di amici, capitanati da un ragazzo conosciuto sui banchi della Bocconi. A distanza di 20 anni lui è uno dei miei amici più cari e quel viaggio lo rifarei mille volte!
Se la Bocconi fosse un piatto quale sarebbe?
Per me la Bocconi non è un piatto, è un menù completo! Da cui scegliere le esperienze formative che ti aiuteranno a diventare chi vuoi essere un domani.
Qual è il tuo eroe? E quando studiavi in Bocconi? 
Mi sono sempre piaciuti gli unsung heroes, le persone cosiddette normali che senza clamori, ma con grande coraggio e determinazione, sono capaci di gesti straordinari. Ne ho visti e conosciuti tanti in questi anni e cerco di imparare da ognuno di loro.
Di cosa sei più orgogliosa della tua vita privata?
Sicuramente mio figlio. Può sembrare banale ma diventare mamma è la cosa che più mi ha trasformato ed arricchito la vita.
E di quella professionale?
Ciò che mi rende più orgogliosa nel mio lavoro è prendere in mano situazioni complesse che richiedono un turnaround strategico e operativo e realizzarlo costruendolo con una squadra forte e affiatata. Sento l’onore e la responsabilità di forgiare il futuro dell’azienda dal punto di vista del business e dell’organizzazione e di motivare le persone in modo che si remi tutti nella stessa direzione.
Se fossi il protagonista di una favola chi vorresti essere?
Non sono molto ferrata in materia di favole quindi su due piedi non mi viene in mente un personaggio che vorrei essere ma decisamente so chi non vorrei essere: Cenerentola. L’idea che la mia felicità e la mia realizzazione debbano dipendere dall’incontrare il principe azzurro mi ha sempre un po’ contrariata. Io penso che sia importante credere nelle proprie capacità e lavorare sodo per cercare di raggiungere i propri obiettivi.
Di cosa non faresti mai a meno?
Non potrei rinunciare al mio IPhone e alla Nutella. Sono addicted ad entrambi!
La Bocconi per te è…
Un trampolino di lancio. A me, come a tanti altri studenti, ha allargato gli orizzonti e fatto intravedere opportunità più grandi di quanto potessi immaginare. Ma soprattutto mi ha dato le conoscenze e la self confidence per capire che potevano essere anche alla mia portata.
 
CRISTINA
SCOCCHIA
Laureata con il massimo dei voti in Economia
aziendale alla Bocconi, ha successivamente conseguito un dottorato
di ricerca in economia aziendale presso l’Università di Torino. 
Ha iniziato la sua carriera in Procter&Gamble, dove a partire dal 1997 ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità su mercati maturi ed emergenti fino a divenire nel 2012 leader delle Cosmetics international operations con la supervisione, nelle marche di sua competenza, di oltre 70  paesi del mondo. 
Dal 2014 al 2017 è stata amministratore delegato di L’Oréal Italia e ha guidato il ritorno alla crescita della società in un contesto economico sfidante. 
Da Luglio 2017 è amministratore delegato di Kiko, azienda leader nel make up in Italia e in Europa con 7.700 dipendenti, 900 punti vendita diretti in 22 paesi e un canale e-commerce ad oggi esteso a 34 paesi. 
Relatrice in numerosi congressi e conferenze nazionali ed internazionali sui temi dello sviluppo aziendale, della leadership e della sostenibilità, Cristina Scocchia fa parte anche dei consigli di amministrazione di Essilor Luxottica, Pirelli e Illycaffè.
Nel 2019 è stata insignita del titolo di Chavalier dans l’ordre de la Legion D’Honneur dall’ambasciatore francese in Italia.

di

Ultimi articoli Alumni

Vai all'archivio
  • Il questionario di Ferdinando Bocconi

    Intervista a Elena Lavezzi, responsabile per il Sud Europa presso Revolut

  • Bocconi for Innovation si fa in tre e supporta ogni fase di sviluppo

    E nato il nuovo hub dell'Universita' Bocconi, che puo' gia' contare su partnership con Citi Foudation, HenkelX, Istituto italiano di tecnologia, Politecnico di Milano e Universita' degli studi di Milano

  • Nel nome del fondo alumni senior

    L'Alumnus dell'anno 2001, Marco Drago, e' impegnato a sostenere in prima persona l'Universita'

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31