CIVICA ottiene il via libera dalla Commissione europea: l'alleanza universitaria continua la sua espansione
CAMPUS |

CIVICA ottiene il via libera dalla Commissione europea: l'alleanza universitaria continua la sua espansione

CIVICA THE EUROPEAN UNIVERSITY OF SOCIAL SCIENCES, DI CUI BOCCONI E' MEMBRO FONDATORE, E' UNA DELLE 16 ALLEANZE UNIVERSITARIE EUROPEE CHE CONTINUERANNO A RICEVERE UN SOSTEGNO DAL PROGRAMMA ERASMUS+ 2022/27

CIVICA - The European University of Social Sciences è una delle 16 alleanze universitarie europee che continueranno a ricevere un sostegno dal programma Erasmus+ 2022-2027, come ha annunciato la Commissione Europea questa settimana.
Dopo una fase pilota di tre anni, questo risultato pone le basi per l'affermazione di CIVICA come alleanza universitaria europea integrata e a pieno titolo nel campo delle scienze sociali, che ora riunisce dieci università di fama mondiale in tutta Europa. In questa nuova fase, CIVICA si propone di sviluppare una visione comune per il 2030 per quanto riguarda le priorità in materia di formazione, ricerca, innovazione e servizio alla società.
Con un budget totale di 272 milioni di euro, la Commissione europea ha lanciato il bando Erasmus+ Università europee 2022 per facilitare il pieno avvio delle alleanze tra università europee selezionate nel 2019. L'alleanza CIVICA ha delineato una serie di azioni ambiziose per il futuro in una proposta strategica presentata lo scorso marzo. Il nuovo programma Erasmus+ fornirà a ciascuna alleanza selezionata fino a 14,4 milioni di euro per promuovere la trasformazione istituzionale della European Higher Education and Research Area.
"Siamo tutti entusiasti di questo risultato positivo: la Commissione europea ha deciso di continuare a sostenere lo sviluppo di CIVICA", ha dichiarato Mathias Vicherat, presidente di Sciences Po e coordinatore di CIVICA. "Il rinnovato sostegno di Erasmus+ accelererà l'ambizione di CIVICA di assumersi la responsabilità civica per le generazioni europee attuali e future, di rafforzare il ruolo dell'Europa nel mondo e di elevare il profilo delle scienze sociali europee nell'istruzione e nella ricerca".
Un'alleanza allargata coerente e diversificata
CIVICA promuoverà la cooperazione transnazionale di università di fama mondiale che lavorano insieme a beneficio di studenti, docenti, ricercatori e società, dando il benvenuto a due nuovi partner a pieno titolo. L’IE University (Spagna) e la SGH Warsaw School of Economics (Polonia) si uniranno formalmente all'alleanza nell'ottobre 2022, quando inizierà la nuova fase.
"L'alleanza CIVICA sostiene appieno gli obiettivi politici fissati per la fase di lancio dell'iniziativa, portando nuovi partner da tutta Europa e mantenendo una chiara e forte coerenza tra i membri intorno a una visione condivisa e a valori comuni", ha dichiarato Kate Vivian, coordinatrice dell'alleanza e vicepresidente facente funzione per gli Affari internazionali di Sciences Po.
"Nei primi anni pilota di CIVICA, la nostra alleanza si è dimostrata eccezionalmente resistente e in grado di sviluppare con successo programmi innovativi nel campo della formazione e della ricerca nonostante una serie di circostanze straordinarie", ha sottolineato Vivian. "Sulla base delle prime attività realizzate e dei risultati d'impatto ottenuti, l'alleanza ha confermato il suo alto potenziale ed è desiderosa di rafforzare ulteriormente le sue ambizioni con l'aggiunta di due nuovi partner."
L'alleanza ampliata metterà in contatto più di 72.000 studenti undergraduate e graduate con una comunità di 13.000 docenti e circa 7.000 membri del personale amministrativo provenienti da tutto il mondo. "Crediamo fermamente nella cooperazione fruttuosa e reciprocamente vantaggiosa che questo progetto porterà. Grati alla Commissione Europea per la fiducia e il sostegno ricevuto, la SGH Warsaw School of Economics guarda avanti per sviluppare l'Università europea del futuro insieme ai suoi partner CIVICA", ha dichiarato il rettore della SGH, prof. Piotr Wachowiak. "Negli ultimi 115 anni abbiamo formato leader per il futuro e siamo certi che il coinvolgimento della SGH nelle attività di CIVICA contribuirà a questa missione meglio di qualsiasi altra cosa", ha aggiunto. Per Manuel Muñiz, rettore dell'Università IE e preside della IE School of Global and Public Affairs, "CIVICA rafforzerà il lavoro che le nostre dieci istituzioni stanno svolgendo individualmente su diversi fronti, consentendoci di adempiere alla nostra missione in modo più incisivo. L'IE University è entusiasta di entrare a far parte dell'alleanza CIVICA. Non vediamo l'ora di lavorare con i nostri colleghi per il progresso dell'istruzione superiore europea e, soprattutto, per affrontare insieme alcune delle principali sfide del nostro tempo".
Costruire l'Università europea delle scienze sociali
L'obiettivo principale di CIVICA è quello di dare un senso alla sua visione di dare forma all'Università europea del futuro entro il 2030. Per raggiungere l'obiettivo, le istituzioni partner si impegnano a consolidare ed espandere ulteriormente l'alleanza con un campus interuniversitario fisico e digitale che colleghi insegnamento e apprendimento, ricerca e innovazione e società civile.
"In qualità di uno dei membri fondatori dell'alleanza, siamo orgogliosi di far parte di CIVICA e di contribuire al suo continuo successo", ha affermato il nuovo presidente della Hertie School di Berlino, Cornelia Woll. "Il ruolo delle università è fondamentale per affrontare gli enormi processi di cambiamento sociale, economico e tecnologico in atto nella nostra società. Se vogliamo discutere e trovare soluzioni alle questioni politiche e sociali più urgenti, dobbiamo unire le nostre forze al di là delle frontiere e collaborare alle attività di ricerca, insegnamento e divulgazione".
Facendo eco alle priorità politiche europee per il futuro dell'istruzione superiore, l'Alleanza continuerà a stabilire forme più profonde e sostenibili di cooperazione istituzionale transnazionale tra i suoi membri. Oltre a facilitare l'apprendimento permanente e lo scambio di talenti, i dieci membri mirano a sviluppare una comunità CIVICA diversificata e inclusiva, estendendo al contempo la portata globale dell'alleanza per affermarsi come attore leader nelle scienze sociali.
Con le nuove attività che inizieranno nell'autunno del 2022, i membri dell'alleanza daranno a migliaia di studenti e di ricercatori PhD la possibilità di beneficiare di una maggiore mobilità, di nuove e più ampie offerte formative congiunte e di opportunità a livello europeo per l'impegno civico e le attività extracurriculari. Entro l'autunno del 2026, l'alleanza mira a incrementare la mobilità degli studenti del 25%, fornendo al contempo più di 2.000 offerte formative per studenti di laurea e di master e più di 400 attività per ricercatori a inizio carriera nel corso della durata del progetto.
Aurélien Krejbich, direttore esecutivo di CIVICA, condivide l'entusiasmo di tutti i membri dell'alleanza nell'intraprendere questa nuova fase: "Siamo impazienti di dare il via alla seconda fase del nostro ambizioso progetto. Questa nuova fase vedrà il radicamento dell'alleanza a livello istituzionale con una priorità: rendere CIVICA una realtà per il maggior numero possibile di studenti, ricercatori e docenti. Crediamo che questo nuovo capitolo sarà fondamentale per la costruzione dell'Università Europea delle Scienze Sociali".
In linea con una recente dichiarazione di CIVICA, il pacchetto di lavoro futuro include azioni a sostegno di studiosi e studenti che sono a rischio a causa della guerra in Ucraina. "In tempi così difficili, dobbiamo rafforzare la nostra cooperazione e sottolineare come tutti i nostri partner lavorino insieme come una comunità accademica aperta che contribuisce attivamente a soluzioni pacifiche di lunga durata" ha aggiunto Krejbich "CIVICA offre una fonte di stabilità e un ambiente in cui i valori dell'autonomia e della libertà accademica possono essere difesi, in particolare di fronte a contesti politici europei in evoluzione e spesso impegnativi".

CIVICA
CIVICA riunisce dieci università leader in Europa nel campo delle scienze sociali, delle scienze umane, della gestione aziendale e delle politiche pubbliche, per un totale di 72.000 studenti e 13.000 membri di facoltà. Insieme, si basano su una combinazione sempre più forte di insegnamento, ricerca e innovazione per mobilitare e condividere la conoscenza come bene pubblico e per facilitare la responsabilità civica in Europa e oltre.
I membri di CIVICA sono: Università Bocconi (Italia), Central European University (Austria e Ungheria), European University Institute (Intergovernativo), Hertie School (Germania), IE University (Spagna), National University of Political Studies and Public Administration (Romania), Sciences Po (Francia), SGH Warsaw School of Economics (Polonia), Stockholm School of Economics (Svezia) e The London School of Economics and Political Sciences (Regno Unito).



 
 

di CIVICA

Ultimi articoli Campus

Vai all'archivio
  • La mano che l'Universita' tende ai suoi studenti

    Trentotto milioni di euro per l'anno 21/22; uno studente su quattro benificiario di forme di agevolazione; 545 studenti sostenuti con agevolazioni need based. I numeri e i programmi della mobilita' sociale alla Bocconi

  • Il decollo della Space Economy

    Le sfide e le opportunita' della space economy, destinata a diventare un'economia da un trilione di dollari nel giro di pochi anni, nel nuovo podcast Story Scanner

  • A BAG una menzione per l'arte contemporanea

    Il riconoscimento nell'ambito dell'edizione 2021/2022 di Cultura + Impresa, che premia i migliori progetti di sponsorizzazione e partnership culturali

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31