Parole che pesano
OPINIONI |

Parole che pesano

UNO STUDIO BOCCONI DIMOSTRA CHE UNA DIVULGAZIONE TRASPARENTE E ARTICOLATA DA' POTERE AGLI INVESTITORI NEL DECIFRARE LE DINAMICHE DEL MERCATO AZIONARIO E PRENDERE DECISIONI INFORMATE

di Francesco Grossetti, assistant professor presso il Dipartimento di accounting

Nel vivace panorama del mercato azionario, lo scontro di opinioni tra gli investitori sul valore di un'azienda è più di una semplice preoccupazione teorica: è un campo di battaglia finanziario. Etichettato come una questione di peso nella finanza, il disaccordo degli investitori ha il potere di sconvolgere i modelli di trading e di inviare onde d'urto ai prezzi delle azioni. Sebbene il manuale finanziario riconosca il potenziale delle informazioni contabili nel ruolo di paciere, un aspetto cruciale è stato lasciato in ombra: l'impatto del linguaggio e del contenuto delle informazioni finanziarie.
 
Nella letteratura contabile e finanziaria, il copione è costellato di prove contrastanti su come le informazioni contabili esercitino un'influenza sul disaccordo degli investitori, soprattutto durante la drammatica fase di annuncio degli utili. Un articolo di D'Augusta (Bocconi), De Vito (Università di Bologna) e del sottoscritto si addentra in un territorio inesplorato, puntando i riflettori sulla narrazione stessa, in particolare sulle misure testuali che spesso passano inosservate.
 
Immaginiamo che due canali, l'asimmetria informativa e l'incertezza, siano al centro del teatro del disaccordo degli investitori. L'argomentazione è che il modo in cui vengono fornite le informazioni - attraverso il linguaggio e il contenuto delle comunicazioni testuali - può unire o dividere gli investitori nella loro interpretazione e reazione alle notizie sugli utili.
 
La ricerca di comprensione si svolge su 20.251 annunci di utili annuali dal 2007 al 2018. Ci concentriamo sulla sezione Management Discussion and Analysis (MD&A), analizzando le sue misure testuali alla ricerca di indizi. L'MD&A è l'angolo del narratore finanziario all'interno del rapporto di una società negli Stati Uniti, dove i dirigenti raccontano le performance finanziarie dell'azienda, le mosse strategiche e i potenziali ostacoli. È il pass per il backstage di cui gli investitori hanno bisogno per conoscere il passato, il presente e il futuro della performance finanziaria di un'azienda in un linguaggio che riecheggia nel mercato azionario. Per valutare l'impatto sulle dinamiche del mercato azionario, analizziamo le manifestazioni empiriche del disaccordo tra gli investitori, tra cui il volume di scambi inspiegabile e la volatilità anomala dei rendimenti.
 
Abbiamo scoperto empiricamente che esiste un legame tangibile tra le misure testuali contenute nelle MD&A e il crescendo del disaccordo degli investitori dopo l'annuncio degli utili. Le società con un'informativa testuale poco chiara o poco perspicace si ritrovano con un volume di scambi non spiegati e una volatilità anomala più elevati nelle settimane successive all'annuncio. Gli analisti finanziari, però, emergono come potenziali eroi, armati della capacità di sedare il disaccordo indotto da misure poco testuali.
 
Il nostro studio si allinea alla più ampia letteratura che analizza l'impatto delle caratteristiche di divulgazione sulla scena finanziaria. Mentre alcuni sostengono una relazione positiva tra complessità e volatilità, altri dipingono un quadro negativo. Questo paper si distingue per l'esplorazione diretta del modo in cui le misure testuali descrivono la narrazione del disaccordo degli investitori in borsa dopo l'annuncio degli utili.
 
 
I nostri risultati evidenziano che una divulgazione trasparente e articolata dà potere agli investitori, fornendo una chiara tabella di marcia per decifrare le intricate dinamiche del mercato azionario e prendere decisioni informate. Inoltre, gli analisti azionari e le autorità di regolamentazione trarranno vantaggio da questi risultati quando si occuperanno di analisi di mercato, di applicazione delle politiche e, più in generale, di avere una migliore visione d'insieme e una migliore comprensione dei complessi equilibri dati dalle interazioni dei partecipanti al mercato.
 
Consideriamo questo studio come una mappa attraverso un terreno inesplorato: sveliamo come specifiche misure testuali plasmino la trama del disaccordo degli investitori nel mercato azionario. Nell'intricata danza di dollari e dati, sveliamo la storia non raccontata, in cui le parole sulle pagine finanziarie diventano gli eroi o i cattivi non celebrati, plasmando il campo di battaglia del disaccordo degli investitori. Benvenuti in prima fila nella narrazione finanziaria, dove ogni parola conta e ogni virgola ha il peso delle dinamiche di mercato.

Ultimi articoli Opinioni

Vai all'archivio
  • Il limite della tossicita'

    Per un verso le piattaforme e i loro algoritmi sembrano assecondare la presenza di contenuti basati sull'odio o dannosi nei feed degli utenti; dall'altro, le piattaforme li hanno moderati fin dall'inizio, prima ancora delle multe. Forse la strategia redditizia per loro sta nel mezzo

  • Una difesa contro la dittatura della maggioranza

    Molte delle costituzioni del dopoguerra hanno stabilito sistemi indipendenti, come la Corte Costituzionale in Italia, che si ergono a tutela delle liberta' e dei diritti. Perche' la legge e' espressione della volonta' di molti, ma non di tutti e chi detiene il potere puo' rischiare di abusarne

  • L'arrivo dell'Ai in azienda spaventa meno i white collars

    Da una ricerca emerge che, pur con risultati diversi nella percezione, impiegati e dirigenti sono comunque meno preoccupati per il proprio posto di lavoro rispetto a quanto rileva la letteratura sui blue collars. In particolare, se appartengono ad aziende familiari

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30