Come ti democratizzo la tecnologia
PERSONE |

Come ti democratizzo la tecnologia

UN SOFTWARE CHE AIUTA LE AZIENDE CON BUDGET LIMITATI AD OTTIMIZZARE GLI ASSET: LO HA CREATO QUICK ALGORITHM, STARTUP INCUBATA DA B4I – BOCCONI FOR INNOVATION

Rendere più efficiente la propria produzione, grazie ai big data, è il sogno di molte aziende. Ma poi ci si scontra con la necessità d’investire in piattaforme tecnologiche, adatte a valorizzare un’ingente mole di informazioni, e in data scientist che seguano il processo. Per permettere anche alle società con budget limitati, o senza professionalità specializzate al loro interno, di ottimizzare la gestione degli asset fisici, dai macchinari produttivi agli immobili aziendali, Quick Algorithm ha deciso di sostenere la democratizzazione tecnologica del mercato con Scops.ai. Software proprietario, basato su cloud, che non solo analizza big data provenienti da sensoristica e da fonti differenti ma riesce a monitorare anche quelli generati dalle attività umane di manutenzione, “riunendo poi ogni informazione in una sola interfaccia d’immediato utilizzo”, spiega Jacopo Piana, founder e ceo della startup nata nel febbraio 2018 e incubata da B4i-Bocconi for innovation, programma di accelerazione dell'Università Bocconi di Milano. “Con Scops, i suggerimenti provenienti dall’Intelligenza Artificiale (IA), supportata da algoritmi di machine learning, riescono a essere alla portata sia del management sia del personale operativo. Il tutto affrontando costi sostenibili, pensati anche per essere Pay-as-you-go”, meno dati vengono analizzati meno si paga.

I vantaggi raggiungibili grazie a questa declinazione dell’IA spaziano dalla riduzione dei casi di fermo degli impianti (-30/-50% in media), potendo rilevare in anticipo eventuali anomalie, fino a una gestione dell’approvvigionamento energetico capace di prevederne le oscillazioni e, quindi, risultando meno onerosa economicamente (-15/-20% sui costi sostenuti). “Senza dimenticare che, come risultato finale di una gestione più smart degli asset fisici, tende ad allungarsi del 20-40% la vita di un macchinario”, conclude Piana che ha chiuso, la scorsa estate, il primo round di finanziamenti con un aumento di capitale di un milione di euro.

di Camillo Papini

Ultimi articoli Persone

Vai all'archivio
  • Andrea Contigiani tra i migliori docenti Mba under 40 al mondo

    L'alumno Bocconi e' assistant professor presso il Fisher College of Business della Ohio University

  • L'intermediazione, un ruolo chiave per cambiare lo scenario

    Gli alti livelli di corporate giving di paesi come Inghilterra, Francia, Belgio o Svizzera si devono anche allo sviluppo di strutture che facciano da intermediari filantropici, spiega l'alumnus Marcello Gallo, presidente della Fondazione Donor Italia Onlus. Ma anche le istituzioni del Terzo settore devono fare un passo avanti, dotandosi, quando si raggiungono dimensioni elevate, di uno staff dedicato al rapporto con i donor

  • L'hype e il successo nelle prime ore sono la chiave per scalare l'algoritmo

    Mapo Tapo, startup di due bocconiani, Alessia Fontanari e Daniele Calvo Pollino, ha lanciato una raccolta per finanziare un libro fotografico di viaggi dedicati alla community dell'arrampicata. Obbiettivo centrato in poche ore e una lezione appresa: si gioca d'anticipo

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31