PERSONE |

Gherardo, studente di legge e blogger 'di servizio'

UNO STUDENTE DI GIURISPRUDENZA HA FONDATO UN BLOG AL SERVIZIO DEGLI STUDENTI

Gherardo Liguori è iscritto al quinto anno di Giurisprudenza in Bocconi e recentemente ha creato un blog per la condivisione di informazioni utili agli studenti universitari: si chiama Academic Insight, è accessibile a chiunque senza registrazione e, nelle ambizioni del suo fondatore, nasce come servizio di orientamento per gli studenti e i neolaureati. Su www.academicinsight.it, infatti, tutti gli universitari di qualunque facoltà sono invitati a condividere le proprie esperienze extracurriculari di stage, summer schools e soggiorni di studio all’estero, ma anche a fornire informazioni su associazioni studentesche e borse di studio. Allo stesso tempo, i professionisti offrono le proprie testimonianze in forma di interviste, in modo da fornire un collegamento diretto tra gli studenti e il mondo del lavoro. A differenza di altri social network professionali, però, il blog di Gherardo si pone l’obbiettivo prioritario di fornire indicazioni a coloro che “si trovano spaesati di fronte alle innumerevoli opportunità offerte dal mondo accademico e lavorativo”, spiega il neo blogger, partendo dal presupposto che il miglior modo per comprendere quale strada intraprendere sia confrontarsi con le esperienze dei colleghi più navigati.

“Quella di creare un blog è stata un’evoluzione della mia idea originaria”, dice Gherardo: “Quando ero a Barcellona per il progetto Themis”, spiega, “mi ero messo in testa di pubblicare un opuscolo per le matricole in cui avrei raccontato le mie esperienze universitarie”. Per superare i limiti della dispensa cartacea, decide di trasformarla in blog: interattivo e universalmente accessibile.

L’accoglienza ricevuta fino ad ora incoraggia Gherardo: oltre 26 mila visite nei primi 3 mesi. Fino a questo momento, se ne è occupato da solo; adesso invece sta progettando di coinvolgere un team di collaboratori fissi, e auspica che presto siano i potenziali autori a proporsi direttamente sul sito. Tanto più che occuparsi da solo del blog sta diventando sempre più impegnativo per Gherardo, appena tornato dal Vietnam, dove si trovava per uno stage curriculare: “Approfittavo dei lunghi viaggi in pullman per aggiornare il blog connettendomi con lo smartphone”.

Per fortuna, a differenza dell’investimento temporale, quello economico non è stato rilevante: “Finora ho pagato solo la registrazione del dominio”, spiega Gherardo, “e lo sblocco di alcuni upgrades su Wordpress che ho apportato per migliorare l’interfaccia del sito”. Per far conoscere il blog, per ora Gherardo si è affidato al passaparola e alla fan page su Facebook. “AcademicInsight, come tutti i social network”, conclude, “costituisce un buon trampolino, ma è solo il punto di partenza: è la tua personalità la chiave per tramutare il contatto virtuale in un’occasione di lavoro”.

 



di Laura Fumagalli

Ultimi articoli Persone

Vai all'archivio
  • L'elettricita' del futuro

    Non un problema ma un'opportunita': lo stoccaggio dell'energia secondo l'alumnus Ciorra

  • La Brexit? Per ora lavoro a Londra per il governo

    Sognava di lavorare nella pubblica amministrazione ed e' entrata in quella britannica. Per Alice il futuro e' a Londra

  • Fuori in otto secondi. Un successo corale

    Carlo Rivetti, bocconiano e patron di Stone Island, spiega come ha cambiato la filiera creativa

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31