RICERCA |

Bocconi, Politecnico e Cattolica unite per la moda

LE TRE UNIVERSITÓ, INSIEME NEL CONSORZIO MILANO FASHION INSTITUTE, FORMERANNO PROFESSIONISTI A 360 GRADI NELLA GESTIONE DELLE AZIENDE DEL SETTORE

Le imprese del sistema moda richiedono figure professionali sempre più caratterizzate da competenze trasversali? La risposta è nel fashion project manager, capace di padroneggiare sia gli aspetti di gestione manageriale, sia quelli legati al design e alla comunicazione. È questa la figura professionale che sarà formata dal Master in fashion project management organizzato dal Milano Fashion Institute, un consorzio per l’alta formazione nel campo della moda che fa capo all’Università Bocconi, all’Università Cattolica e al Politecnico. La prima edizione del master partirà nel gennaio 2009 e prevede la partecipazione di 25 studenti.

“Il nostro scopo è dare la possibilità ai giovani di formarsi con competenze diverse ed essere veicolati rapidamente verso il lavoro nel settore. Riteniamo che questo master, innovativo proprio perché interdisciplinare, possa essere il prodotto adatto per soddisfare il mercato nel quale operano le aziende della moda, grazie allo sviluppo di una figura professionale che ancora non è presente”, spiega Guido Corbetta, presidente del Consorzio e direttore della Scuola superiore universitaria della Bocconi.

Dalla collaborazione delle tre università scaturirà proprio quella interdisciplinarità che è l’obiettivo del master: alla Bocconi spetterà la formazione nelle discipline economiche e di gestione d’impresa, mentre la Cattolica si occuperà degli aspetti legati alle scienze sociali e alla comunicazione e il Politecnico delle conoscenze progettuali e di design. Allo stesso modo, saranno selezionati studenti provenienti da background diversi (lauree in design, management, comunicazione) per ricreare all’interno dell’aula quelle competenze trasversali tipiche dei team aziendali. Una volta diventati fashion project manager, gli studenti saranno così in grado di gestire in modo integrato i processi di brand management, dallo sviluppo delle collezioni a quello del retail e della comunicazione aziendale.

Informazioni sulle modalità, i tempi e i costi di iscrizione possono essere reperite sul sito del Milano Fashion Institute, alla pagina: www.milanofashioninstitute.it



di Andrea Celauro

Ultimi articoli Ricerca

Vai all'archivio
  • Il Risk Management si diffonde in Italia ma si sottovalutano i rischi dell'ICT

    Secondo una survey di SDA Bocconi e KPMG la funzione di ERM e' sempre piu' diffusa nelle aziende italiane. Una funzione ritenuta necessaria per individuare e gestire i rischi, fra cui preoccupano soprattutto quelli di origine esterna, mentre sono ancora sottovalutati i rischi informatici, i reputazionali e i rischi legati a sicurezza e privacy

  • Divulgare significa capire quali sono le domande importanti

    Vincenzo Perrone, che di recente ha spiegato il mondo del lavoro ai ragazzi delle medie superiori, sostiene che gli accademici dovrebbero studiare problemi rilevanti, prima di fare uno sforzo linguistico per farsi capire. E anche la didattica...

  • Criminalita' nel settore economico: dal 2010 e' in preoccupante crescita a Milano

    Una ricerca della Bocconi ha analizzato i sedici anni di procedimenti penali tra il 2000 e il 2015 per il delitto di associazione mafiosa, fotografando una situazione che vede la prevalenza della 'ndrangheta, rispetto alle altre organizzazioni mafiose

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31