Il quantum computing e' una promessa futura
OPINIONI |

Il quantum computing e' una promessa futura

ALLO STATO ATTUALE NON SI PUO' CONSIDERARE UN'INNOVAZIONE DISRUPTIVE, MA LA RICERCA O LO SVILUPPO PROSEGUONO

di Camillo Papini

I computer quantistici, più che un’attuale innovazione disruptive, sono la promessa futura di un’innovazione disruptive: quella di riuscire a processare, in parallelo, una serie molto numerosa di calcoli. Al momento, non si è ancora riusciti a costruire un computer completo basato sulla meccanica quantistica, ossia secondo le leggi della fisica che descrivono le particelle atomiche. “Eppure, se riusciremo a realizzarne uno capace di lavorare un numero sufficiente di bit quantistici”, chiarisce Riccardo Zecchina, professore ordinario di Fisica Teorica e titolare della cattedra Vodafone di Machine Learning and Data Science della Bocconi, “gli ambiti di applicazione saranno molteplici, dalla crittografia e la sicurezza informatica alla progettazione di nuovi materiali, da una più agile ricerca all’interno di grandi database fino a toccare i campi dell’Intelligenza Artificiale e della data science”.

Quando si possono prevedere i primi computer quantistici? “Ci sono gruppi di lavoro seri e motivati negli Usa, in Europa e in Cina”, commenta Zecchina. “Non chiedetemi su quale orizzonte temporale ci muoviamo ma ricordo che alcuni risultati su prototipi sono stati già raggiunti grazie alla collaborazione tra fisici quantistici, computer scientist e ingegneri”. Investimenti dedicati arrivano dalle grandi aziende tecnologiche, dalle istituzioni e anche dal Pnrr. Oggi comunque, sempre secondo il professore ordinario di Fisica Teorica, un altro traguardo è stato tagliato: dall’incontro di esperti di materie diverse, infatti, “è nata una nuova comunità scientifica”.

Ultimi articoli Opinioni

Vai all'archivio
  • E l'ora delle IPNos

    Di fronte al fenomeno globale della diminuzione della quotazione di societa' sono state introdotte nuove forme alternative tra cui per esempio le SPAC. Delle forme di quotazione diretta potranno pero' verosimilmente avvalersi solo unicorns e cool kids, ossia societa' ben capitalizzate

  • Alle origini del marchio CE

    Gli standard comuni sono stati essenziali per la creazione del mercato unico europeo negli anni '80 e '90, e lo sviluppo di un sistema di valutazione e certificazione della conformita' a tali standard e' diventato un punto di convergenza tra le imprese e le autorita' di regolamentazione

  • La resilienza della logistica

    Prima il covid, adesso la guerra in Ucraina. La logistica internazionale soffre ma sa cambiare per superare le difficolta'

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31