Soluzioni su misura
OPINIONI |

Soluzioni su misura

ANCHE LE STRATEGIE DI REPORTING FINANZIARIO NELLE IMPRESE FAMILIARI POSSONO ESSERE DIVERSE A SECONDA DEL VALORE CHE LA SOCIETA' DA' ALLA SUA RICCHEZZA SOCIOEMOTIVA. VALORE CHE CRESCE SE NELLA RAGIONE SOCIALE DELL'AZIENDA C'E' IL NOME DELLA FAMIGLIA DI CONTROLLO

di Angela Pettinicchio (SDA Bocconi) e Domenico Campa (International University Monaco)

Recentemente, il dibattito sulle scelte strategiche delle imprese familiari si è evoluto con la tendenza ad inquadrare tali scelte attraverso la prospettiva della ricchezza socio-emotiva (RSE). Il RSE è un nuovo approccio teorico adattato alle imprese familiari (IF) che si concentra principalmente su tutti quei fattori non economici legati allo “stock di valore legato agli affetti che una famiglia deriva dalla sua posizione di proprietà in una particolare azienda” (Berrone et al., 2012).

In particolare, questo quadro teorico sostiene che l'obiettivo primario dei proprietari di IF è la conservazione della RSE. Questo implicherebbe che i proprietari familiari sono avversi alle perdite per quanto riguarda le minacce alla loro RSE e sarebbero persino disposti a prendere decisioni economiche sub-ottimali per preservarlo. Per esempio, le IF possono preferire progetti che sono finanziariamente meno ottimali o assumere membri della famiglia indipendentemente dalle loro capacità perché, indipendentemente dagli aspetti finanziari di queste scelte, queste decisioni possono fornire altri benefici alla IF, come migliorare la sua reputazione o mantenere dipendenti più devoti. Le IF sono anche meno propense a licenziare gli amministratori delegati familiari, ma li pagano meno, fornendo così una maggiore sicurezza del posto di lavoro ma una minore compensazione. La conservazione della RSE influenza anche la composizione dei consigli di amministrazione delle IF. Per esempio, se gli investitori percepiscono problemi di governance, le IF nominano amministratori esterni per segnalare la sua qualità e legittimità al fine di preservare la loro RSE (Kalm e Gómez-Mejía, 2016).

La preservazione della RSE potrebbe anche riflettersi nelle decisioni di reporting finanziario. Così, la nostra ricerca intitolata Financial Reporting in Family Firms: A Socioemotional Wealth Approach toward Information Quality mira a capire se diversi livelli di dotazione di RSE influenzano la qualità dell'informativa finanziaria delle IF non quotate, considerando un evento associato a cambiamenti nella qualità contabile delle entità: l'adozione volontaria degli International Financial Reporting Standards. Esaminiamo le due principali strategie usate per manipolare i guadagni: ratei e attività reali. La prima implica l'uso di quelle voci incluse in una relazione annuale che non sono direttamente collegate a movimenti di cassa immediati che, pertanto, implicano un certo grado di stima e giudizio da parte del management (per esempio, ammortamenti, accantonamenti, ecc.). Questo tipo di gestione degli utili è relativamente semplice da realizzare, ma è anche facile da rilevare da parte dei controllori esterni. La manipolazione dell'attività reale consiste nell'attuazione di operazioni commerciali che non riflettono decisioni economiche ottimali, ma sono intraprese con l'obiettivo di influenzare i numeri contabili (per esempio, applicando sconti aggressivi con lo scopo di aumentare temporaneamente le vendite). A causa della sua natura, la manipolazione dell'attività reale è più difficile da rilevare, perché gli organismi di controllo non possono giudicare le decisioni economiche delle imprese.

Troviamo che le IF altamente interessate a preservare la loro RSE, specialmente quelle che usano il nome della famiglia di controllo come parte della ragione sociale, sono anche quelle che sono principalmente interessate a proteggere il loro status e la loro immagine nella comunità e considererebbero una perdita di reputazione come “emotivamente devastante”. Quindi, questo tipo di azienda familiare, se decidesse di manipolare i guadagni intorno a un evento che fornisce opportunità di manipolazione dei guadagni stessi, sarebbe più incline a impegnarsi nella manipolazione delle attività reali. Al contrario, osserviamo che le IF con livelli più bassi di dotazione RSE, in particolare quelle aziende che non usano il nome della famiglia nella ragione sociale, sarebbero più interessate a preservare la loro posizione dominante all'interno dell'azienda e meno preoccupate di una perdita di reputazione. Di conseguenza, non usano strategie di manipolazione degli utili che possono diminuire la performance futura dell'azienda, ma optano per la manipolazione della rateizzazione.
La nostra ricerca contribuisce alla comprensione delle dinamiche delle IF in quanto mostra che diversi livelli di dotazione di RSE potrebbero essere associati a diverse pratiche di gestione degli utili, anche all'interno del gruppo delle imprese familiari. Il nostro studio sottolinea l'importanza di indagare l'eterogeneità intrinseca all'interno del gruppo delle IF, specialmente tra quelle che usano il nome della famiglia di controllo come parte della ragione sociale e quelle che non lo fanno, e mostra come le scelte strategiche, per esempio le scelte contabili nel caso della nostra ricerca, possono variare a seconda del grado di RSE.

Ultimi articoli Opinioni

Vai all'archivio
  • Cosi' un figlio taglia lo stipendio della mamma

    Il fenomeno e' noto con la definizione di child penality che quantificato significa che le madri pagano una penalita' di lungo periodo (a 15 anni dalla nascita) superiore al 20% in termini di minori redditi da lavoro rispetto ai padri in seguito alla nascita di un figlio. Ecco lo studio sul caso Italia

  • Smart worker o non smart worker? Non e' questo il problema

    La pandemia ha accelerato la diffusione dello smart working, ma pensando al futuro un esperimento dimostra che e' un errore pensare alle due categorie di lavoratori come separate. Serve riprogettare attivita' e relazioni considerandole come un'unica entita'

  • Uomini con il colletto rosa

    Come attrarre il sesso maschile nei lavori storicamente caratterizzati da una maggiore presenza di donne come quelli della sanita', istruzione e servizi sociali. Ambiti destinati a crescere e che nei prossimi anni subiranno il piu' alto cambiamento percentuale di occupazione. La risposta in un esperimento

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30