Il medagliere della Bocconi
CAMPUS |

Il medagliere della Bocconi

L'EDITORIALE DEL RETTORE GIANMARIO VERONA CHE APRE IL NUOVO NUMERO DEL MAGAZINE VIASARFATTI25

Chi l’avrebbe detto che il nuovo anno accademico 2021/22, che nasce dopo un anno e mezzo di pandemia che nel migliore dei casi ci ha visti isolati nelle nostre case, davanti a un computer per soddisfare le nostre esigenze di socialità, studio, shopping e divertimento, per la Bocconi sarebbe stato un anno da record? Così è grazie all’arrivo di 25 nuovi professori da tutto il mondo, mai così tanti da quando abbiamo iniziato a reclutare a livello internazionale, e un boom di domande da parte degli studenti (+ 30% per le scuole undergraduate e di giurisprudenza e più 13% dei soli studenti internazionali per la scuola graduate) che porta complessivamente al 21% la quota di internazionali iscritti, che diventa 42% per le classi in inglese.

Nell’anno delle Olimpiadi potremmo dire che sono le nostre medaglie d’oro.
Un anno da record che testimonia la voglia di ripresa, la ricerca di una formazione e di un ambiente di lavoro stimolante e innovativo. La scelta per un’università che continuerà a crescere in tutte le sue dimensioni grazie alla sua comunità. In questo anno da record si riconosce la voglia di mobilità, di contaminazione di culture e saperi, di inclusione.
D’altra parte la mobilità è tra i vettori più efficaci del trasferimento di conoscenza tanto più quando si punta a implementare l’innovazione come con i colleghi Christian Stadler di Warwick e  Constance E. Helfat di Dartmouth abbiamo riscontrato in un lavoro appena pubblicato (“Transferring Knowledge by Transferring Individuals: Innovative Technology Use and Organizational Performance in Multiunit Firms,” in Organization Science).

E l’innovazione didattica, che proprio in conseguenza del Covid ha subito un’accelerazione, resta uno degli obiettivi del nostro ateneo. Anche in quest’anno accademico, che segna un ritorno (dal quale speriamo di non essere costretti a tornare indietro) alla presenza in campus e alle lezioni in aula, Bocconi con i suoi prof e la regia del BUILT, Bocconi University innovation in learning and technology, continua a sperimentare nuove metodologie didattiche: all’83% dei corsi in presenza (che prevedono comunque la possibilità di seguire online) si affianca un 17% di lezioni blended o interamente digitali ad alto tasso di sperimentazione e innovazione. Anche da questo lavoro nascerà la nuova Bocconi.
 

di Gianmario Verona

Ultimi articoli Campus

Vai all'archivio
  • Popolazione, cambiamento climatico ed Europa nel mondo post pandemia

    Nel nuovo podcast Story Scanner, Francesco Billari, Valentina Bosetti e Catherine De Vries affrontano alcuni dei megatrend che impattano la nostra societa'

  • Bocconi si conferma nella top 5 europea di US News

    Nel ranking di Economics and Business, basato sulla ricerca e sulla reputazione accademica, la Bocconi sale di una posizione, guadagnando la 17a posizione nel mondo e la 4a in Europa. Decima al mondo per le collaborazioni internazionali

  • Verso un mondo ibrido

    Gianmario Verona, nella sua masterclass Future World, illustra come la trasformazione digitale, con la pandemia che ne evidenzia il reale valore, sia destinata ad avere un ulteriore impatto sulla nostra societa'

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31