Workshop e giochi di simulazione: cosi' 1stGEN@UNI spiega l'Universita' ai ragazzi
CAMPUS |

Workshop e giochi di simulazione: cosi' 1stGEN@UNI spiega l'Universita' ai ragazzi

DOPO UNA FASE INIZIALE DI AVVICINAMENTO DELLE SCUOLE, IL PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA FORMAZIONE UNIVERSITARIA DI BOCCONI E CITI FOUNDATION NE HA COINVOLTE 60 CON DIVERSE ATTIVITA'. OBIETTIVO: MOSTRARE PERCHE' LA SCELTA DELL'UNIVERSITA' E' VINCENTE ANCHE PER CHI NON L'AVEVA MAI CONSIDERATA UN'OPZIONE CONCRETA

Sessanta scuole di tutta Italia coinvolte, tre workshop con picchi di oltre 400 ragazzi collegati online, una role model simulation: questi i numeri della prima fase del progetto 1stGEN@UNI di Bocconi e Citi Foundation, che ha avuto l’obiettivo di promuovere la formazione universitaria tra gli studenti delle scuole superiori provenienti da condizioni di svantaggio economico, aiutandoli a considerarla un potente fattore di crescita personale, fornendo loro gli strumenti necessari per intraprendere consapevolmente questa scelta.

Tre i workshop organizzati da 1stGEN@UNI per le scuole, individuate anche grazie al supporto di Junior Achievement Italia, organizzazione non profit attiva nell’avvicinare i giovani al mondo del lavoro. Nel primo, ‘Che cosa farò dopo la scuola superiore? L’opzione Università’, Carlo Salvato, direttore accademico del progetto, ha discusso del valore di una Laurea insieme ad alcune rappresentanti del servizio counseling della Bocconi e a due Alumnae che hanno potuto frequentare la Bocconi grazie alle borse di studio. Nel secondo, focalizzato su come presentarsi al mondo del lavoro, i rappresentanti del Career Service della Bocconi hanno dato alcuni consigli su come creare al meglio il proprio curriculum e su come affrontare il colloquio. Il terzo workshop ha puntato invece su laboratori interattivi su diversi temi (dal diritto legato a internet alla moda sostenibile, dalla matematica alla nascita di una startup; dal movimento Black Lives Matter alla battaglia tra le grandi aziende di streaming video).

“Il progetto 1stGEN@Uni”, spiega Salvato, “è molto innovativo per l’Università Bocconi perché orienta gli studenti delle scuole superiori a qualunque tipo di studio universitario, indipendentemente dalla disciplina, aiutando a cogliere il valore dell'Università come ascensore sociale”.

Alle esperienze dei workshop si è aggiunta una specifica role model simulation creata dal BUILT - Bocconi University Innovations In Learning and Teaching e ispirata a quattro testimonial, che hanno rappresentato quattro modelli professionali: attraverso una serie di scelte, i ragazzi hanno immaginato di essere nei panni dei vari modelli e di dover affrontare le scelte che questi ultimi hanno affrontato quando erano più giovani. Le quattro figure professionali coinvolte erano: un giudice penale, un medico, un programmatore e un organizzatore di eventi culturali e ciascuno ha rappresentato i rispettivi possibili sbocchi professionali.

Micaela Rossi, laureata Cleacc e Acme e oggi assistente di direzione e coordinatrice delle produzioni della Fondazione Palazzo Te (Mantova), ha raccontato la propria esperienza in qualità di organizzatrice di eventi nel mondo della cultura: “È stato molto importante per me partecipare al progetto”, racconta. “In questo modo sono stati offerti ai ragazzi esempi di professioni ed è stato mostrato quante e quanto influenti siano anche le più piccole decisioni che devono essere prese per intraprendere una determinata strada, facendo emergere soprattutto quanto la scelta del percorso universitario sia fondamentale per la vita di ciascuno”.

A questo punto, sta ai ragazzi. I partecipanti della prima fase interessati ai corsi di laurea della Bocconi avranno la possibilità di partecipare a uno specifico percorso formativo che li porterà ad affrontare il test di ammissione per l’anno accademico 2023/2024.
“Siamo molto orgogliosi di aver realizzato insieme all’Università Bocconi questo progetto”, spiega Silvia Boschetti, public and government affairs officer di Citi Italia. “Per la nostra fondazione il tema della creazione e dell’accesso ad opportunità di crescita personale e professionali per i giovani provenienti da contesti più svantaggiati è di centrale importanza. 1st GEN@UNI ha proprio questo obiettivo: mostrare ai giovani come la formazione universitaria possa diventare un importante strumento per costruire un futuro migliore”.

di Andrea Celauro

Ultimi articoli Campus

Vai all'archivio
  • Rompere il ciclo del cambiamento climatico

    Nella sua masterclass Future World, Valentina Bosetti spiega che le soluzioni per fermare il cambiamento climatico ci sono, ma richiedono un'alta coordinazione e cooperazione e ingegno nelle tecnologie e politiche

  • Quella volta che Marchionne

    Un discorso, nell'aula magna, divenuto celebre, quello dell'amministratore delegato della Fiat. Ma anche la Tripla Corona, il lavoro di riorganizzazione della Scuola, il rinnovamento dell'offerta e l'impegno del team tra i ricordi di Alberto Grando nel suo ruolo di dean della SDA

  • A Lezione con Anna Wintour

    Insieme a Eduard Enninful (European Editorial Director of Vogue), la Chief Content Officer di Conde' Nast sale in cattedra solo per gli studenti Bocconi

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30