Enria, un Europeo nato in Bocconi
ALUMNI |

Enria, un Europeo nato in Bocconi

ANDREA ENRIA, PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI VIGILANZA DELLA BCE, HA RICEVUTO IL PREMIO ALUMNUS BOCCONI DELL'ANNO 2020. L'OMAGGIO DI MARIO DRAGHI DURANTE LA CERIMONIA

Una passione per l’integrazione europea nata in Bocconi che ha poi segnato la sua carriera professionale, ha ricordato Andrea Enria, presidente del Consiglio di vigilanza della BCE, ricevendo venerdì il premio Alumnus Bocconi dell’Anno 2020. Il premio è stato consegnato a Francoforte da Riccardo Monti, presidente della Bocconi Alumni Community, durante una cerimonia con Mario Monti, presidente della Bocconi,  Gianmario Verona, rettore, Francesco Giavazzi, vice presidente dell’International Advisory Council, e Riccardo Taranto, consigliere delegato, collegati da Milano.

A omaggiare Enria da Milano anche Mario Draghi, ex presidente della BCE. “Hai reso la vigilanza molto efficace. Hai saputo combinare: l’intrusività della vigilanza; l’equilibrio nel dosare i grandi poteri che ha; la tua conoscenza dell’economia europea e la tua conoscenza del processo decisionale europeo,” ha sottolineato Draghi.

Nel ricevere il premio Enria ha ricordato come la Bocconi ha inciso sul suo spirito europeo. “La Bocconi è stata anche il luogo dove ho incontrato i temi dell’integrazione europea, che sono diventati centrali in tutta la mia successiva vita professionale. Erano gli anni che portarono all’atto unico europeo, risultato della Conferenza intergovernativa avviata sotto la Presidenza italiana dell'UE, che indicò la realizzazione del mercato interno entro il 1992 come obiettivo irrinunciabile per il progresso economico e politico della Comunità europea. Sul fronte economico, il dibattito nel nostro Paese aveva il suo cuore pulsante all’Università Bocconi, e in particolare nelle persone di Mario Monti e Franco Bruni,” ha ricordato Enria.

Laureatosi in economia politica nel 1987, Enria entra nel 1988 in Banca d'Italia e nel 1999, alla nascita della BCE, si sposta a Francoforte. Nel 2004 approda a Londra come segretario generale del Comitato dei supervisori bancari; rientra nel 2008 in Banca d’Italia dove dirige la funzione di regolamentazione e le politiche di supervisione bancaria, fino a che, nel 2011, diventa il primo presidente dell’allora neonata Autorità bancaria europea (EBA). Nel novembre 2018 è stato nominato dalla BCE presidente del Consiglio di vigilanza.

“Gli insegnamenti appresi in quegli anni in Bocconi sono stati preziosi nella mia esperienza professionale successiva, quando la mia formazione economica ha dovuto orientarsi a complesse questioni normative e servire un profondo mutamento degli assetti istituzionali, con un progressivo trasferimento a livello europeo delle responsabilità di regolamentazione e vigilanza bancaria,” ha affermato Enria.

Il discorso di Andrea Enria

Guarda il video della premiazione e dell'intervento di Enria:






 

di Tomaso Eridani

Ultimi articoli Alumni

Vai all'archivio
  • Elisa, da via Sarfatti ai Campi Elasi

    Musicista poliedrica, l'alumna del Cleacc ha pubblicato il suo primo Ep: 'Essere propositiva? L'ho imparato in Bocconi'

  • Silvia Candiani presidente degli alumni

    L'alumna e Ceo di Microsoft Italia succede a Riccardo Monti alla guida della Bocconi Alumni Community

  • Un caffe' da Nobel

    Silvia Console Battilana, alumna Bocconi, e' la cofondatrice della societa' di consulenza di aste Auctionomics insieme a Paul Milgrom, appena nominato Nobel per l'economia. Un sodalizio che e' nato di fronte a una tazza di caffe'

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31