L'Alumnus Bocconi dell'Anno 2020 e' Andrea Enria
ALUMNI |

L'Alumnus Bocconi dell'Anno 2020 e' Andrea Enria

LA BOCCONI ALUMNI COMMUNITY PREMIA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI VIGILANZA DELLA BCE, LAUREATOSI IN ECONOMIA POLITICA NEL 1987

È Andrea Enria, presidente del Consiglio di vigilanza dellla Bce, l’Alumnus Bocconi dell’Anno 2020. Il riconoscimento è conferito dalla Bocconi Alumni Community (oggi oltre 120 mila membri raccolti in 69 chapter nel mondo) ogni anno dal 1988 a un alumnus o una alumna che si siano particolarmente distinti.

«La nomina ad Alumnus dell’anno 2020 significa molto per me», commenta Enria. «La considero un importante riconoscimento del lavoro compiuto, soprattutto a livello europeo, in questi difficili anni di crisi e riforme bancarie. È in un momento di profonda crisi come questa che si può vedere l’importanza per i cittadini del progetto europeo. Le nuove regole europee e il meccanismo di vigilanza unico hanno dato negli ultimi anni un fondamentale contributo per il rafforzamento del sistema bancario in tutti gli stati membri. Anche grazie a questa azione il sistema bancario è riuscito a dare un contributo positivo al contrasto immediato delle conseguenze economiche della pandemia. Abbiamo di fronte un periodo difficile, ma siamo ora in grado di dare risposte integrate a problemi comuni, con forti autorità europee e un’intensa collaborazione con le autorità nazionali. Questa è la vera funzione dell’Europa, come ho iniziato ad imparare nei miei anni di studi alla Università Bocconi e ho poi cercato di attuare in prima persona in tanti anni di servizio pubblico, in Italia e nelle istituzioni europee».

“Andrea Enria ha imperniato tutta la sua carriera come civil servant in un settore di estrema rilevanza per l'economia internazionale, distinguendosi per merito, eccellenza professionale e per lo spirito di servizio alle istituzioni italiane ed europee”, spiega Riccardo Monti, presidente della Bocconi Alumni Community. “Con una solida formazione da economista, si è affermato nel contesto internazionale non solo per le sue grandi competenze tecniche, ma anche per la sua indipendenza e serietà”.
 
Enria entra nel 1988 in Banca d'Italia e, nel 1999, alla nascita della Bce, si sposta a Francoforte per lavorare con un altro illustre bocconiano, Tommaso Padoa-Schioppa, allora membro del direttorio della Bce e a sua volta Alumnus dell’Anno nel 1989. Nel 2004 approda a Londra come segretario generale del Comitato dei supervisori bancari; rientra nel 2008 in Banca d’Italia dove dirige la funzione di regolamentazione e le politiche di supervisione bancaria, fino a che, nel 2011, diventa il primo presidente dell’allora neonata Autorità bancaria europea (Eba), con rinnovo del mandato nel 2016.

È proprio presso l’Eba che Enria mette in atto il primo tentativo di mettere a fattor comune le normative e le prassi di vigilanza bancaria nazionali, introducendo, tra l’altro, proprio nel 2011 il primo stress test europeo, che da allora è diventato un regolare appuntamento di verifica dello stato di salute del sistema bancario europeo.
 
Questi i premiati del passato:
Urbano Cairo, 2019
Francesca Bellettini, 2018
Luca de Meo, 2017
Stefano Sassi, 2016
Giuseppe Sala, 2015
Federico Marchetti, 2014
Joerg Asmussen, 2013
Giovanni Ciserani, 2012
Fabrizio Saccomanni, 2011
Diego Piacentini e Laura Cioli, 2010
Nouriel Roubini e Giovanni Castellucci, 2009
Alberto Cribiore e Gaetano Micciché, 2008
Paolo Cuccia, 2007
Enrico Cucchiani, 2006
Vittorio Grilli, 2005
Claudio Costamagna, 2004
Vittorio Colao, 2003
Paolo Scaroni, 2002
Marco Drago, 2001
Corrado Passera, 2000
Renato Soru, 1999
Emma Bonino, 1998
Alessandro Profumo, 1997
Emma Marcegaglia, 1996
Isabella Ventura, 1995
Carlo Scognamiglio, 1994
Marco Tronchetti Provera, 1993
Giovanni Giudici, 1992
Lucio Stanca, 1991
Jody Vender, 1990
Tommaso Padoa-Schioppa, 1989
Giordano Zucchi, 1988
Roberto Mazzotta, 1987

di Andrea Celauro

Ultimi articoli Alumni

Vai all'archivio
  • Enria, un Europeo nato in Bocconi

    Andrea Enria, presidente del Consiglio di vigilanza della BCE, ha ricevuto il premio Alumnus Bocconi dell'Anno 2020. L'omaggio di Mario Draghi durante la cerimonia

  • Un caffe' da Nobel

    Silvia Console Battilana, alumna Bocconi, e' la cofondatrice della societa' di consulenza di aste Auctionomics insieme a Paul Milgrom, appena nominato Nobel per l'economia. Un sodalizio che e' nato di fronte a una tazza di caffe'

  • Il Domani di Stefano Feltri e' adesso

    Dieci anni al Fatto Quotidiano, del quale e' stato vicedirettore, l'esperienza di ProMarket a Chicago e oggi la direzione del nuovo quotidiano edito da Carlo De Benedetti. Nella giornata del lancio della nuova avventura, l'alumnus Bocconi si racconta

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31