Sempre di corsa, nella vita e nel mondo del lavoro
PERSONE |

Sempre di corsa, nella vita e nel mondo del lavoro

A TRE ANNI DALLA LAUREA TERESA WALLENBERGER E' PRODUCT OWNER DI ADIDAS RUNTASTIC

Teresa Wallenberger corre, sia nel tempo libero che in carriera. La 27enne, laureata nel 2016 in Bocconi al Cems Master in International Management, dopo un Bachelor in economia aziendale a Vienna, la sua città natale, oggi è già product owner presso Adidas Runtastic, l’app leader nel settore del fitness tracking con più di 150 milioni di utenti registrati.
Come racconta la ex-studentessa austriaca, «ho scelto la Bocconi non solo per i suoi ottimi programmi, ma anche per la possibilità di fare un master all’estero, prima appunto a Milano e poi in Cile per un semestre. Avendo già trascorso 6 mesi negli Stati Uniti durante la laurea triennale, volevo ripetere un’esperienza all’estero che mi potesse arricchire, non solo a livello professionale e accademico, ma anche personale».
Dopo la laurea magistrale in Bocconi, e grazie ad un primo contatto tramite il Mentoring Program dell'Università, Teresa entra nella divisione consulting di Mastercard. «Ma dopo due anni avevo voglia di cambiare, magari combinando il lavoro al diploma da istruttore sportivo che avevo ottenuto in precedenza. L'ambiente delle startup mi interessava molto e quando ho avuto l’opportunità di lavorare nel product management di una delle startup di maggior successo in Austria, Runtastic appunto, non mi sono lasciata scappare l'occasione. Tra l'altro, io stessa usavo l’app per andare a correre o in bici».

Fondata in Austria nel 2009 e acquistata da Adidas per 220 milioni di euro nel 2015, l'azienda ha appena rinominato le sue due app principali, ora chiamate Adidas Running e Adidas Training by Runtastic.  Nel suo ufficio a Vienna, Teresa lavora sulla strategia di prodotto e coordina un team di designer e sviluppatori, concentrandosi sullo sviluppo di nuove funzioni per le app. «Qui il modo di lavorare è molto agile. Lavoriamo su cicli di 14 giorni. È bellissimo vedere come in così poco tempo le nuove funzionalità possano essere già implementate. Quando riesco, mi piace anche provare le nuove funzioni io stessa prima che vengano lanciate». Teresa infatti è una grande sportiva e negli ultimi anni ha corso diverse mezze maratone e ora punta a completare un triathlon l’anno prossimo.
«Mi ritengo molto fortunata ad avere la possibilità di lavorare sia per una grande multinazionale che per un’azienda nata come startup. In questo modo infatti riesco a vedere le differenti culture e i diversi modi di lavorare».

di Tomaso Eridani

Ultimi articoli Persone

Vai all'archivio
  • La soluzione e' nei dettagli

    Il Covid19 siamo noi, la sua forza e' nei nostri comportamenti, la sua possibilita' di diffondersi dipende dalle molteplici variabili che caratterizzano le nostre citta'. Per questo, non solo e' difficile fare previsioni semplicistiche, ma e' necessario adottare un approccio multidisciplinare, racconta la direttrice del One Health Center della Florida e membro dello Iac Bocconi, Ilaria Capua

  • Il virus si vince con la contaminazione. Dei saperi

    Ne e' convinta Alessia Melegaro, demografa e direttore del Covid Crisis Lab. Una contaminazione e un network che devono essere costruiti in tempo di pace perche' e' difficile da improvvisare durante l'emergenza. Ecco perche' il nuovo Lab e' prima di tutto un modello perche' oggi abbiamo una parola che ci accomuna che e' Covid, ma domani potrebbero essere anche altre

  • Giorgio Sacerdoti decidera' nella controversia tra Ue e Ucraina

    Il professore della Bocconi, insieme ad altri due membri, chiamato a decidere in merito al blocco dell'esportazione di legname deciso dall'Ucraina

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31