Una guida allo studio e al lavoro all'estero
DIDATTICA |

Una guida allo studio e al lavoro all'estero

LA RISORSA ONLINE PER GLI STUDENTI BOCCONI INFORMA SUL MONDO DEL LAVORO E DEGLI AFFARI, CON SUGGERIMENTI SU CHE COSA FARE E NON FARE IN AZIENDA

«Un'esperienza internazionale durante l'università non è più solo un’opzione interessante, ma una scelta con un profondo impatto sulla vita e sull’esperienza professionale di chi la fa», afferma Stefano Caselli, prorettore per gli Affari internazionali della Bocconi, nella sua introduzione a International Career: Interactive Country Guides, una risorsa online per studenti Bocconi (disponibile sulla piattaforma BBoard) progettata da Career Services e BUILT, Bocconi University Innovations in Learning and Teaching.
 
La risorsa ha lo scopo di fornire agli studenti approfondimenti e informazioni sulle destinazioni di studio e di lavoro in tutto il mondo. Quando scegliete la vostra destinazione dalla lista o dal globo che ruota in homepage, vi vengono presentati una scheda paese, informazioni sui programmi di scambio e stage Bocconi, un breve video e informazioni sul mondo degli affari e le abitudini lavorative, compresa una lista di cose da fare e non fare sul posto di lavoro. Lo sapevate, ad esempio, che in Scandinavia è preferibile evitare di parlare ad alta voce o gesticolare e che in Sud Africa si dovrebbe scrivere in modo molto diretto, per evitare che ambiguità e vaghezza alimentino il sospetto di inaffidabilità?
 
I video comprendono sempre un'introduzione a cura di un esperto del Career Services e un Alumnus Bocconi che testimonia la propria esperienza nel paese.
 
Dall'inizio dell'anno accademico è disponibile una prima serie di guide sull’Europa (Benelux, Francia, Germania, Scandinavia, Spagna, Svizzera e Regno Unito) e su Africa e Medio Oriente (Sud Africa, Emirati Arabi Uniti e Uganda); seguiranno le guide sulle Americhe e la regione Asia-Pacifico.
 
Nella sua introduzione Stefano Caselli elenca anche le ragioni per cui tutti dovrebbero fare un'esperienza all'estero: permette di costruire una rete internazionale, cattura l'attenzione dei selezionatori, amplia le conoscenze e costringe ad uscire dalla propria zona di comfort - qualcosa che si dovrà prima o poi fare se si vuole entrare nel mercato del lavoro.
 
Inoltre, dice Fulvio Guarneri, presidente e amministratore delegato di Unilever Italia, che testimonia i benefici delle esperienze internazionali, «queste esperienze ti rendono una persona migliore», e questo non ha prezzo.

di Fabio Todesco

Ultimi articoli Didattica

Vai all'archivio
  • La Scuola di Giurisprudenza vola in America

    La Scuola e' stata invitata a Washington in occasione del meeting annuale dell'Association of American Law Schools. Un onore riservato a pochi al di fuori degli Usa

  • Gli studenti disegnano i servizi assicurativi del futuro

    La finale dell'#AXAChallenge 2019 ha visto 100 studenti divisi in 20 squadre sfidarsi con progetti e business plan

  • Con una nuova laurea triennale, la Bocconi insegna i metodi per l'intelligenza artificiale

    Dall'anno accademico 2020 2021, il Bachelor of Science in Mathematical and Computing Sciences for Artificial Intelligence fornira' gli strumenti necessari a capire gli strumenti di machine learning che stanno rivoluzionando le scienze sociali e naturali

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31