SHaReD, al via la seconda edizione del bando dedicato alle startup che studiano i grandi rischi
CAMPUS |

SHaReD, al via la seconda edizione del bando dedicato alle startup che studiano i grandi rischi

L'INIZIATIVA DI FONDAZIONE PESENTI E SPEED MI UP PREMIA LE NUOVE IMPRESE IMPEGNATE NELLA GESTIONE DELLE EMERGENZE, DAI TERREMOTI ALLE INONDAZIONI. IL BANDO SCADRA' IL 22 APRILE 2019. IN PALIO, SEI MESI DI INCUBAZIONE GRATUITA

Dopo il successo del primo bando, che ha visto una grande attenzione di esperti e media e un avvincente processo di selezione, Fondazione Pesenti e Speed MI Up rilanciano la sfida. Si apre oggi, mercoledì 27 febbraio 2019, un nuovo bando per la selezione di imprese e startup che studiano i grandi rischi come inondazioni, frane, eruzioni vulcaniche, terremoti, incendi, siccità. Le domande devono essere presentate sul sito http://fondazionepesenti.speedmiup.it/ entro il 22 aprile 2019. I due progetti migliori verranno premiati con sei mesi di incubazione gratuita presso Speed MI Up.

Il progetto si chiama SHaReD, ovvero “Social Hazards Resilience in Disaster”, ed è frutto del lavoro congiunto di Fondazione Pesenti, Università Bocconi e Politecnico di Milano. Ha lo scopo di facilitare la nascita e lo sviluppo di startup innovative nel campo della gestione di eventi sismici, vulcanici, eolici (uragani, tornado, tifoni), idraulici (inondazioni), idrogeologici (frane), siccità, incendi.

Le startup dovranno proporre nuove idee in termini sia di previsione, prevenzione e gestione dell’emergenza, sia di assistenza post emergenza, secondo la formula delle tre P: prevenire, prevedere, pianificare. Particolare attenzione sarà dedicata ai progetti capaci di cogliere la sfida di attivare una sorta di sistema “assicurativo” interstatale (di “mutua assistenza”/condivisione del rischio/rete di previdenza‚Äźresilienza).

Sergio Crippa, Segretario Generale Fondazione Pesenti: «Trovare nuove soluzioni per un tema complesso come quello dei grandi rischi non è una sfida semplice. Per questo abbiamo voluto costituire delle commissioni tecniche e di valutazione composte da esperti di primo piano nell’ambito dell’innovazione e delle emergenze. E per questo confidiamo in prospettive inedite che possono venire solo dalle nuove generazioni. La risposta delle startup e il lavoro delle commissioni in occasioni del primo bando sono state eccezionali. La Fondazione ha quindi deciso di rinnovare il proprio impegno, confidando che questo secondo bando consenta l’emergere e la valorizzazione di realtà innovative».

Alvise Biffi, Presidente Speed MI Up e Presidente Piccola Industria di Confindustria Lombardia: «Dopo avere analizzato i progetti di grande qualità pervenuti in occasione del primo bando di SHaReD, l’aspettativa per questa seconda apertura del bando è molto alta. Il mio invito a tutte le startup e a chiunque abbia un’idea innovativa è: mettetevi in gioco! La commissione cerca un’idea disruptive che la sorprenda e la disorienti. Vi aspettiamo numerosi e con l’ambizione di migliorare il mondo».

Il nuovo bando è rivolto ad aspiranti imprenditori e micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o operativa a Milano e provincia oppure disposte a spostarla a Milano entro tre mesi dall’inizio del processo di incubazione previsto nel giugno 2019.

Lanciato nel novembre 2018, il primo bando di SHaReD ha portato alla selezione della startup Isaac che nel febbraio 2019 ha iniziato il processo di incubazione presso Speed MI Up (nella foto, il pitch del fondatore, Alberto Bussini). Isaac ha sviluppato e brevettato un dispositivo in grado di contrastare il movimento degli edifici durante un evento sismico, riducendo le ampiezze di oscillazione e minimizzando il rischio di crolli e danneggiamenti. «È rapido nell’installazione e non è invasivo, ha costi competitivi e performance migliori rispetto alle alternative presenti sul mercato», affermano gli ingegneri di Isaac. Lo stesso sistema è in grado di effettuare il monitoraggio continuo dell’edificio, analizzandone stabilità e sicurezza. Questa caratteristica funge da valido aiuto nell’analisi di agibilità necessaria dopo il verificarsi di un sisma.

Speed MI Up è l’incubatore di impresa di Università Bocconi e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, con il supporto del Comune di Milano. Non è solo uno spazio di co-working, ma accelera lo sviluppo delle startup in modo pro-attivo, le sollecita nel perseguimento degli obiettivi, le forma tramite tutorship individuali e collettive. Le startup possono così crescere, strutturarsi velocemente, migliorare il lato strategico, manageriale e finanziario, affinare il business plan per accedere ai finanziamenti esterni.

Fondazione Pesenti sviluppa moderne forme d’interazione tra settore pubblico, settore privato for-profit e no-profit, con l’ideazione di soluzioni sostenibili che vadano incontro alle principali sfide sociali. Le aree di focalizzazione sono finalizzate a promuovere e sostenere iniziative con un impatto positivo nella creazione di nuove imprese di rilevante contenuto sociale sviluppate soprattutto dalle nuove generazioni.



di Claudio Todesco

Ultimi articoli Campus

Vai all'archivio
  • Come tutelare i nuovi lavori della gig economy

    Maurizio Del Conte ne discute con Rosalba Reggio a Morning Call

  • Bilancio europeo: nonostante i tagli, l'Italia non sara' penalizzata

    Stefano Riela discute della programmazione economica a Morning Call

  • Perche' lo spazio. Samantha Cristoforetti in Bocconi

    Raccontera' come e' diventata Astrosamantha, e perche' la conoscenza dello spazio e' fondamentale. Appuntamento martedi' 19 marzo

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31