Trasformare la Spotify dei libri di testo in 4,8 milioni di dollari
PERSONE |

Trasformare la Spotify dei libri di testo in 4,8 milioni di dollari

PERLEGO HA RECENTEMENTE VINTO UN NUOVO ROUND DI FINANZIAMENTO. I LAUREATI BOCCONI VAN MALDEREN E MUZIFALCONI SI ESPANDERANNO DA 200.000 TITOLI INGLESI A NUOVI MERCATI COME L'ITALIA

Perlego, il servizio di abbonamento online etichettato come la "Spotify dei libri di testo", fondato dagli alumni Bocconi Gauthier Van Malderen e Oliviero Muzi-Falconi, sta rivoluzionando il mercato del libro di testo accademico. Fondata nel 2016, Perlego offre agli studenti l'accesso a una biblioteca digitale di oltre 200.000 libri di testo a fronte di un abbonamento mensile. Gli studenti risparmiano così sulle spese per i libri di testo, mentre gli editori possono contrastare le perdite dovute alla pirateria e al mercato dei libri usati. La startup ha recentemente chiuso 4,8 milioni di dollari di finanziamenti per rafforzare i suoi piani di espansione, compresa l'offerta di contenuti italiani per il prossimo anno.
«L'idea ci è venuta quando abbiamo finito gli studi e abbiamo visto l'enorme quantità di libri di testo che avevamo accumulato - sembrava proprio un sistema così antiquato e costoso, rispetto a come ora stavamo accedendo ai film e alla musica online attraverso i servizi di abbonamento», dice Oliviero, 25 anni, italiano.

Entrambi erano a Londra all'epoca - Oliviero lavorava nel venture capital e aveva fondato una startup di costumi da bagno, e Gauthier aveva concluso un master a Cambridge - e hanno iniziato a mettere insieme la loro idea, creando un prototipo e raccogliendo 500.000 sterline in una prima tornata di finanziamenti. «La parte più difficile è stata convincere gli editori a salire a bordo - il nostro è stato un modello molto dirompente per l'industria. Ma il nostro modello di business li ha lentamente convinti: gli editori sanno che questa generazione di studenti è abituata allo streaming online e gli stessi editori sono preoccupati per la pirateria online, mentre noi garantiamo loro entrate sicure. E gli autori hanno i loro diritti protetti», dice Gauthier, 26 anni, belga.
La biblioteca digitale conta attualmente su collaborazioni con più di 650 editori, tra cui Pearson, Oxford University Press, Princeton University Press e Macmillan Higher International, che ricevono una commissione basata sul consumo. La piattaforma offre attualmente un catalogo di oltre 200.000 libri di testo. Gli studenti pagano 12 sterline al mese per l'accesso illimitato ai libri di testo e gli ebook possono essere consultati su PC e tablet, trasmessi in streaming ma non scaricati, e possono essere evidenziati e annotati. La versione mobile dell'applicazione dovrebbe essere lanciata all'inizio del 2019.
In una nuova tornata di finanziamenti Perlego ha recentemente raccolto 4,8 milioni di dollari da Accelerated Digital Ventures, una società britannica di venture capital.
«La maggior parte della nostra biblioteca è attualmente in lingua inglese e i nostri clienti sono principalmente studenti nel Regno Unito. Ma con questo nuovo finanziamento possiamo davvero realizzare il nostro piano di espandere il team e crescere in tutta Europa, come in Italia, con contenuti specifici in lingua italiana entro settembre del prossimo anno, e sviluppare ulteriormente il prodotto, come la realizzazione dell'applicazione mobile», dice Oliviero.

Per approfondire
L’imprenditorialità oltre le startup
Predire il successo delle startup grazie ai dati
Dal toast all’avocado a una startup di Brooklyn
Per avere successo non basta un buon business plan
Portare gli SMS a un altro livello con Kaleyra
La proprietà familiare aiuta a far fronte alle incertezze politiche
Gli imprenditori che si comportano come scienziati ottengono risultati migliori
Il ruolo chiave della tassazione nello sviluppo delle startup
Un identikit degli imprenditori dal 1850 a oggi
Discriminazioni di genere nei finanziamenti? A ben guardare c'e' una sorpresa
I risultati delle imprese familiari sono legate al contesto culturale
L'approccio sperimentale attrae gli investitori
Una piccola quota per la formazione aziendale migliora la frequenza dei corsi
I social network favoriscono l'imprenditorialita'
Spinoff: con la crescita per gemmazione l'imprenditore minimizza il rischio
Un ERC Grant a Tamas Vonyo per un progetto sulle conseguenze economiche della prima guerra mondiale nell'Europa centrale

 

di Tomaso Eridani

Ultimi articoli Persone

Vai all'archivio
  • Porre la creativita' al centro della magia del lusso

    Francesca Bellettini, alumna Bocconi e presidente e ceo di Saint Laurent, racconta che passione, integrita' e teamwork sono gli ingredienti per essere un ceo di successo

  • Portare gli SMS a un altro livello con Kaleyra

    Il fondatore e CEO di Kaleyra, Dario Calogero, sta trasformando una startup del 1999 per la messaggistica aziendale mobile in un player globale, rimanendo un passo avanti rispetto al cambiamento tecnologico

  • Per avere successo non basta un buon business plan

    I cambiamenti di mercato possono far deragliare i migliori piani aziendali. Per avere successo come imprenditore, l'alumna De Tonnac consiglia consapevolezza di se', il partner giusto e passione

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28