L'Ex e il Per di Giovanni Nicolini
CAMPUS |

L'Ex e il Per di Giovanni Nicolini

IN MOSTRA IN BOCCONI, INAUGURAZIONE LUNEDI' 15 GENNAIO ORE 18, SALA RISTORANTE DI VIA SARFATTI 25, I QUADRI PER UN VIAGGIO CONCETTUALE NELLA NATURA E NEI PAESAGGI DELLA MENTE

Quello che Giovanni Nicolini presenta in questa mostra è, più che un’opera, un’operazione concettuale: una sorta di autoritratto in cui le tracce di una ricerca artistica fra le più coerenti, e svolta più all’estero che in Italia, si trasformano in una nuova opera, in un gioco di specchi che diventa uno specchio della personalità dell’autore.
 
Noi siamo la somma delle nostre esperienze. E non è un caso che la parola “esperienza”, come notava Serres, nasca dall’incontro di due particelle linguistiche: “ex”, che indica distacco e separazione (prima di tutto dalla banalità conformista, dall’ovvio), e “per”, che indica un attraversamento e un viaggio.

Giovanni Nicolini nei suoi lavori ha sempre cercato un “ex” e un “per”. Lo constatiamo anche nei quadri qui esposti, parte di una mostra realizzata all’accademia di Canton. Sono viaggi concettuali nella natura, paesaggi della mente dove gli elementi non sono visti ma reinventati col pensiero.
 
Sono idee, forse apparizioni. E il fatto che le terre siano così disabitate non significa che vogliano essere inospitali. Esprimono, semmai, il desiderio di andare all’origine. Lo stesso desiderio, del resto, percorre tutte le ricerche (azioni, installazioni, video, pubblicazioni) dell’artista, che nascono sempre da una domanda irrequieta, insofferente di risposte prefabbricate.
 
“Siamo di fronte, dunque, a paesaggi del possibile, originati da un dubbio persistente sulla realtà che assume a volte un accento un po’ fiabesco. Come in bilico tra filosofia e stupore”, come afferma Elena Pontiggia.
 
In mostra l’artista propone una selezione di opere realizzate dal 1985 a oggi suddivise in sei sequenze. Alcune illustreranno, ad esempio, le esperienze condivise con le maestranze nei luoghi del lavoro, in particolare in alcuni stabilimenti di Modena (1985) e di LØdz in Polonia (1990) dove lo spazio della fabbrica ha accolto, in concomitanza, un intervento murale di Sol Lewitt.
 
Organizzata da ISU BOCCONI la mostra sarà visitabile dal 15 gennaio al 9 marzo, con ingresso libero dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12. 
 

di Susanna Della Vedova

Ultimi articoli Campus

Vai all'archivio
  • America Latina alla prova del voto

    Antonella Mori traccia lo scenario che si prospetta nel 2018 in questa puntata di Morning Call, la rubrica del Sole 24 Ore Tv

  • Trenta cameristi della Scala celebrano Bernstein sul palco Bocconi

    Il 7 maggio alle 12,30 una lezione/concerto aperta a tutti (previa registrazione) organizzata dal Master Mama di Sda Bocconi nell'ambito del ciclo Broaden your frame

  • Gianni Ciserani parla di fiducia e di sogni

    Il Procter and Gamble's Group President e Alumnus dell'Anno 2012 ha incontrato gli studenti dei bienni Bocconi e gli ha detto qual e' il regalo piu' importante che l'Universita' fara' loro

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30