Rosanna Tarricone e l'addio alle barriere tra formazione e ricerca
PERSONE |

Rosanna Tarricone e l'addio alle barriere tra formazione e ricerca

LA ASSOCIATE DEAN DELLA GOVERNMENT, HEALTH AND NON PROFIT DIVISION DI SDA BOCCONI E' CONVINTA CHE UNA SCUOLA DI MANAGEMENT DEBBA OFFRIRE ESPERIENZE PERSONALIZZATE, FORNENDO CONTENUTI RILEVANTI CON MODALITA' INNOVATIVE

Eliminare la distinzione tra ricerca e formazione è uno degli obiettivi di Rosanna Tarricone, nuovo associate dean della Government, health and non profit division di SDA Bocconi School of Management. “La sfida specifica di questa nuova divisione”, spiega, “è l’integrazione dell’intera filiera delle conoscenze, anche attraverso l’integrazione formale del Centro di ricerche sulla gestione dell’assistenza sanitaria e sociale (Cergas), il più grande a livello nazionale su questi temi. Non vogliamo produrre solo formazione, ma anche conoscenza. E tale conoscenza deve essere intimamente integrata alla ricerca di base e applicata”.
 
Il processo di innovazione dei prodotti formativi passa attraverso l’impatto concreto, visibile e misurabile della ricerca sui processi gestionali e decisionali di chi opera nelle pubbliche amministrazioni, nella sanità e nel settore non profit. Tarricone è inoltre convinta della necessità di fornire esperienze personalizzate. “La sfida è saper erogare contenuti rilevanti con modalità innovative, dal seminario allo study tour, passando per la tavola rotonda, il convegno, il business case, capaci quindi di rispondere e anticipare le esigenze del mercato”.
 
Direttore del Cergas dal 2012 a tutto febbraio 2017 e professore associato di Economia delle amministrazioni pubbliche, Tarricone è attratta dal mondo della pubblica amministrazione sin da quando studiava Economia aziendale. “Ero convinta che lavorare nella pubblica amministrazione potesse darmi un valore in più: operare nell’interesse pubblico”. Durante la tesi di laurea in Bocconi sul Sistema sanitario nazionale, l’interesse si è trasformato nella passione per un intero ambito di ricerca. Dopo avere ottenuto i titoli di MSc in Health Services Management e PhD in Public Health alla University of London, Tarricone è rientrata in Italia e ha sviluppato presso il Cergas un gruppo di lavoro che si occupa di innovazione tecnologica nella sanità pubblica e privata.
 
Oggi Tarricone sente di avere la stessa passione che aveva il giorno del 1992 in cui varcò, da borsista, la soglia del Cergas. Racconta con soddisfazione che “quindici anni fa ci consideravano matti quando parlavamo di accesso al mercato delle tecnologie basato sulla misurazione del valore, oggi l’Health technology assessment è legge dello Stato”. Le discussioni di politica più accese le fa con i figli di 13 e 16 anni, “la mia vera passione, a cui cerco di dedicare tutto il tempo possibile”. Viaggiatrice appassionata, ha girato l’Africa, il Sud America e il Medio Oriente. “Sono affascinata dalla conoscenza in senso lato e quindi convinta che qualunque luogo abbia qualcosa d’interessante da trasmettere”.

di Claudio Todesco

Ultimi articoli Persone

Vai all'archivio
  • Enrico, giovane voce nel brainstorming sul futuro dell'Europa

    Un articolo pubblicato sul Financial Times e la partecipazione a un dibattito con docenti e giornalisti sul futuro dell'Europa. La grande passione per la politica internazionale dello studente di Economia e finanza e' stata premiata

  • ProntoPro.it, la startup che nasce dalla difficolta' di organizzare le nozze

    Un'idea frutto dell'esperienza personale di due alumni che sono anche coppia nella vita, ma, anche, un business che cresce del 20% al mese

  • Bollicine (di cereali) da Oscar

    Una birra gourmet pensata per il pubblico femminile e venduta in locali esclusivi. La mission, possible, dell'alumnus Oscar Severi

Sfoglia la nostra rivista in formato digitale.

Sfoglia tutti i numeri di via Sarfatti 25

SFOGLIA LA RIVISTA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31